Il passaggio di proprietà del gatto di razza

sleepy cat

Il passaggio di proprietà di un gatto di razza è un documento talvolta sottovalutato, che è però importante alla pari del pedigree. E’ infatti il documento che, a livello ufficiale, sancisce che il gatto che avete comprato in allevamento è vostro. L’avere intestato un gatto di razza vi iscrive automaticamente nel Registro di Proprietari dei Gatti di Razza in Italia gestito dall’ANFI e vi consente anche di:

  • partecipare in esposizione felina con il vostro nome e non sotto il “cappello” dell’allevatore.
  • associarvi ai vari club di razza esistenti in ANFI.
  • iniziare ad allevare.

Come si ottiene questo documento? Ci sono generalmente due vie, entrambe legittime.

Il passaggio lo richiede l’allevatore

Alcuni allevatori (noi siamo tra questi) preferiscono avere il controllo totale dei documenti dei propri cuccioli e quindi richiedono direttamente il passaggio di proprietà per i cuccioli che escono dal loro allevamento. Se il vostro allevatore è uno di questi, aspettatevi di firmare – tra le varie cose che firmate quando andate a ritirare il cucciolo – anche il modulo di passaggio di proprietà.
Sarà poi cura dell’allevatore inviarlo in Ufficio Centrale e, a casa vostra, arriverà il documento di passaggio che attesta che il micio è a tutti gli effetti vostro anche per l’ANFI.
Non vi preoccupate se l’allevatore non invia immediatamente il passaggio: per ragioni squisitamente organizzative, diversi allevatori preferiscono aspettare di avere un certo numero di pratiche e fare quindi un invio – e un pagamento! – unico, per cui è possibile che ci sia da aspettare un po’ prima di avere il documento. Sappiate però che le tariffe cambiano a seconda che il documento sia richiesto entro i 6 mesi dalla cessione o dopo (20 euro contro 60 euro).

Il passaggio lo richiede il proprietario

ANFI prevede la possibilità che sia direttamente il proprietario a inviare il modulo di passaggio e, per incentivare la partecipazione, regala il passaggio di proprietà a chi si iscrive in associazione: di fatto al costo di 26 euro per l’iscrizione, il proprietario ha omaggiate le 20 euro di passaggio del micio. E’ quindi molto conveniente se si desidera far parte dell’associazione, per cui chiedete all’allevatore, se siete interessati, di procedere voi alla richiesta di passaggio di proprietà!

Il passaggio di proprietà è anche un documento fondamentale per l’iscrizione in ANFI di gatti che gli allevatori acquistano. A livello internazionale si chiama transfer ed è un documento obbligatorio da consegnare in ANFI all’atto della registrazione di un gatto importato.

Annunci

3 pensieri su “Il passaggio di proprietà del gatto di razza

  1. Pingback: La burocrazia di un allevatore felino « Allevo gatti

  2. Pingback: Guida all’acquisto del gatto di razza #5 – Il giorno della consegna | Allevo gatti

  3. Pingback: La consegna del pedigree all’atto della sterilizzazione, tutti i perché | Allevo gatti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...