Guida all’acquisto del gatto di razza #4 – Preparatevi all’arrivo del cucciolo!

british shortair

Nelle puntate precedenti siete partiti dal desiderio di avere un gatto di razza, avete creato una lista di allevamenti che vi piacevano, li avete visitati e, in uno di questi, è scattato l’amore per un cucciolo, che avete prenotato. Ora è il momento di preparare la casa e voi stessi all’arrivo di un nuovo membro della famiglia!

Quello che vi serve in casa per accogliere il nuovo micio

Sicuramente l’allevatore vi avrà detto cosa serve al micio per ambientarsi nella vostra casa (e vi avrà anche fatto molte domande su dove vivete!) dandovi una lista delle cose che dovrete avere già pronte. Rivediamola insieme!

  • Una ciotola per l’acqua e una ciotola per la pappa. Suggerisco di prendere ciotole in ceramica o di acciaio, perché a volte la plastica può provocare reazioni allergiche in alcuni mici predisposti. A seconda della taglia del gatto che prendete, è possibile che dobbiate procurarvi ciotole più grandi delle tradizionali (un Maine Coon ha bisogno di una ciotola un po’ più grande di un Burmilla!)
  • Una lettiera per la sabbia. Aperta o chiusa, cioè con il coperchio o meno, è a gusto personale. Io preferisco le lettiere chiuse perché sono più pratiche e impediscono al micio di divertirsi a spargere tutta la sabbia per terra (ma i miei sono scavatori!). La cosa migliore è chiedere all’allevatore quale lettiere utilizza e prendere lo stesso modello.
  • La sabbia. Anche in questo caso è meglio chiedere all’allevatore a quale sabbia il cucciolo è abituato: ci sono vari tipi di sabbia, da quella al silicio, a quella agglomerante classica, quella profumata e quella “grezza”, la cosa giusta da fare è proporre al cucciolo la stessa sabbia che usa a casa dell’allevatore.
  • La pappa. Qui il capito è ampio e complesso, ma diciamo in generale che il cucciolo deve subire il meno possibile il cambio casa, per cui è necessario prendere la stessa pappa che da l’allevatore, sia secco che umido, e continuare con quella, con le stesse proporzioni. Molto spesso gli allevatori danno uno “starter kit” alle nuove famiglie, che comprende anche la pappa necessaria per qualche giorno in modo che possiate poi procurarvela senza fretta.
  • Il tiragraffi. Sicuramente in casa dell’allevatore avrete visto diversi tiragraffi di ogni foggia e colore, e ve ne servirà almeno uno. Potrete iniziare prendendone uno medio e poi, quando il cucciolo sarà più grande (e l’avrà distrutto!) optare per un modello più alto. Ce ne sono di ogni tipologia e di ogni fascia di prezzo, sceglietene uno non troppo pretenzioso all’inizio, perché – se non avete altri gatti e non conoscete bene i modelli che ci sono in giro – rischiate di spendere molto per un prodotto di bassa qualità.
  • La toelettatura. Dovrete prendere almeno il set base degli strumenti necessari: un tagliaunghie (e sarà meglio che impariate a tagliare le unghie al vostro micio, se non lo sapete fare chiedete all’allevatore o al veterinario!), un pettine a denti stretti – chiamato anche antipulci, un cardatore piccolo o grande a seconda della taglia e del tipo di pelo, uno shampoo neutro. Ricordatevi di chiedere bene all’allevatore che tipo di cura quotidiana o settimanale serve al vostro micio, in modo da arrivare preparati!
  • Giochini. Vi serviranno un po’ di giochi adatti al cucciolo: palline, topini di stoffa, piumette, ma anche i tunnel piuttosto che i giochi intelligenti per gatti. C’è una vastissima scelta in commercio, chiedete anche in questo caso all’allevatore se il cucciolo ha delle preferenze (io ho avuto un cucciolo che amava da morire le palline rosse. Solo rosse!) e adeguatevi ai suoi gusti!
  • Cucce e cuccette. Anche qui il consiglio del vostro allevatore è fondamentale. I miei gatti per esempio non amano molto le cucce ma preferiscono dormire sul divano o sul letto, ma se invece il vostro cucciolo preferisce le cuccette, prendetene una per cominciare (e iniziate a pensare dove metterla!).
  • Il trasportino. E’ indispensabile (e ricordatevi di portarlo con voi quando andate a prendere il cucciolo!). Consiglio un modello rigido, con apertura sul lato corto, non lanciatevi in modelli futuristici ma state sul semplice! In plastica, lavabile, andrà benissimo, e ricordatevi che se lo prendete “modello cucciolo”, poi dovrete cambiarlo quando il micio sarà più grande!

Dove comprare tutto?

Personalmente consiglio di acquistare i prodotti online. Il risparmio, rispetto al negozio fisico, è innegabile, così come la comodità di avere tutto a casa in pochi giorni. Mi servo regolarmente dal sito Zooplus.it (e, da qualche tempo, da Zooplus.de, l’analogo tedesco), che ha un assortimento completo di tutto quello che serve (pappa compresa) e ottimi prezzi.

NB: no, non siamo affiliati a Zooplus in alcun modo. E’ che, dopo anni di esperienza, possiamo consigliare dove spendere bene i propri soldi! Anzi, se avete qualche altro negozio online conveniente e assortito, segnalatecelo nei commenti! 

La scelta del veterinario

A meno che non abbiate già un veterinario di fiducia, ne avrete bisogno per il vostro cucciolo. Il veterinario, quello bravo, non è solo lì per fare la vaccinazione annuale e per darvi l’antiparassitario, ma è un braccio destro fondamentale nella vostra avventura con il nuovo amico a quattro zampe. E’ quindi essenziale scegliere il migliore!

Se avete la fortuna di abitare vicino all’allevatore, un’ottima scelta sarà quella di rivolgervi allo stesso veterinario. Sarà sicuramente preparato sulla razza e sui cuccioli, perché li ha seguiti e conosce l’allevatore, e saprà darvi sempre ottimi consigli. Personalmente, indirizzo dalla mia veterinaria tutti i proprietari dei miei cuccioli che abitano abbastanza vicino, in questo modo loro sono tranquilli perché sono seguiti da un’ottima specialista, io altrettanto perché so che sono in eccellenti mani.

Se invece abitate lontano, potrete sempre chiedere all’allevatore se conosce qualche veterinario nella vostra zona. Gli allevatori hanno reti di contatti sparse per tutta Italia, magari vicino a casa vostra c’è un’allevatore amico che può darvi utili indicazioni.

Si spera ovviamente che non servirà mai, ma è utile avere indicazioni su una clinica veterinaria aperta 24H che faccia servizio di pronto soccorso. Non serve solo per le emergenze, ma in clinica spesso posso essere eseguiti esami specialistici o a screening particolari che vi potranno servire.

E voi, siete pronti?

I primi giorni con il nuovo cucciolo saranno bellissimi ma impegnativi, perché dovrete fargli scoprire la casa e dovrete conoscervi a vicenda. Vi consiglio di ritirare il cucciolo prima di un fine settimana o comunque quando sapete che avrete a disposizione un paio di giorni tutti per voi, per meglio dedicarvi all’inserimento. Molto spesso io consegno i cuccioli il venerdì sera o il sabato mattina proprio per questo motivo! Mettetevi d’accordo con l’allevatore per il giorno che vada bene a tutti e due e iniziate il conto alla rovescia!

La prossima settimana andremo a prendere il vostro cucciolo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...